giovedì 25 maggio 2017

Tris di rolls per l'MTC n°66

Arrivo in corner (strano!) con la mia proposta per l'MTC n°66: il tema di questo mese sono i rolls, dei simpatici rotolini di carne, pesce o verdure che rendono colorato e originale ogni buffet che si rispetti.
L'idea malvagia geniale è stata di Giovanna Lombardi del blog "Gourmandia Chef"
E dico malvagia geniale perché questi (apparentemente) simpatici e indifesi rotolini mi hanno fatto sudare sette camicie, sin dalla "progettazione", per non parlare poi di tutto il resto!! :-P
Ma una cosa almeno l'ho imparata: che la sottoscritta - che si vanta tanto di essere precisina e insopportabilmente puntigliosa - non è fatta per questo genere di cose in cui l'estetica è tutto (o quasi), serve una concentrazione pazzesca e non ci si può permettere di sbagliare... quindi viva l'imperfezione, almeno in cucina! 
Quindi, dopo essere stata tentata di mollare fino all'ultimo, ecco cosa sono riuscita a combinare ;-)
Ho immaginato i miei rolls pensando ai possibili invitati che si aggirano per i tavoli di un buffet e ho creato un roll per ciascuno di loro: lo chic, il salutista e il buongustaio.
Lo chic lo si può riconoscere a chilometri di distanza: abbigliamento impeccabile, portamento elegante e sorriso stampato. Se non vede champagne in calici di cristallo e caviale a gogò non è contento. Tra una chiacchiera e un saluto discreto adocchia i piatti più costosi - c'è il salmone, non si può sbagliare - si avvicina circospetto, abbassa l'occhiale e senza farsi notare agguanta un rotolino. "Mmm... niente male, ma c'è di meglio!"
Poi c'è il salutista: con apprensione scruta tutti i vassoi, i piatti e le alzatine, si informa sugli ingredienti, rivede mentalmente il suo piano alimentare, scarta i fritti e i tramezzini, scavalca le quiches, schiva i formaggi e finalmente... qualcosa di verde!! "E anche per stavolta è andata!"
E infine c'è il buongustaio: le chiacchiere si fanno a pancia piena, perciò si dirige senza indugio alla tavola imbandita e riempie il piatto con un po' di tutto: "peccato solo che le porzioni siano così piccole!"
E voi, quale personaggio siete?? 

"LO CHIC": Rolls di salmone con philadelphia, pistacchi e lime 
Ingredienti:
100 g di salmone affumicato a fette sottili
150 g di formaggio spalmabile (tipo philadelphia)
20 g di pistacchi al naturale
scorza grattugiata di un lime
pane di segale

1) Lavorate a crema il formaggio, aggiungete i pistacchi (già sbollentati, spellati e tritati) e la scorza del lime e tenete da parte.

2) Stendete un foglio di pellicola trasparente lungo circa 60 cm; disponete le fette di salmone leggermente sovrapposte cercando di formare un rettangolo regolare. 
Spalmate delicatamente la crema di formaggio lasciando libero il lato lungo superiore. 
Arrotolate partendo dal lato lungo in basso, aiutandovi con la pellicola, e chiudete il cilindro con la parte finale delle fette di salmone rimaste pulite.
Bagnate con acqua un piano di lavoro liscio e pulito. Stendete sul piano bagnato altri due fogli di pellicola trasparente di 60 cm di larghezza sovrapponendoli parzialmente, per circa 10 cm. Trasferitevi il cilindro di salmone senza la pellicola e arrotolatelo con la nuova pellicola preparata. 
Fate rotolare il cilindro sul piano bagnato, tenendolo per le estremità, in modo che i lembi si attorciglino e lo stringano dandogli una forma omogenea e regolare. Chiudete con due nodi stretti e riponete in freezer finché il roll non è abbastanza solido da poter essere tagliato con facilità (2/3 ore).

3) Prendete il pane di segale e ricavate tanti dischi del diametro dei rolls di salmone.

4) Con un coltello molto affilato, tagliate delicatamente il rotolo a fette regolari spesse circa 1,5 cm. Rimuovete la pellicola esterna e disponete i rolls sulla base di pane.
Decorate a piacere con pistacchi tritati e scorza grattugiata di lime.

"IL SALUTISTA": Rolls di zucchine con hummus di fave e piselli e pomodori secchi
Ingredienti per l'hummus di fave e piselli:
70 g di piselli
100 g di fave sgusciate
1 cucchiaio di semi di sesamo
1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva
1 cucchiaio di succo di limone
1 spicchietto d'aglio
4 foglie di menta fresca
sale e pepe

1) Scottate separatamente i piselli e le fave in acqua bollente salata per 5 minuti.
Passateli sotto l'acqua ghiacciata per mantenere il colore.
Frullate tutti gli ingredienti nel mixer fino ad ottenere una crema omogenea. Aggiustate di sale e pepe e coprite l'hummus con pellicola fino al momento di utilizzarlo.

Ingredienti per i crackers di amaranto e semi di lino:
60 g di farina di amaranto
90 g di farina di grano integrale
30 g di semi di lino
3 cucchiai di olio evo
70 g di acqua
1 cucchiaino di sale
2 grossi pizzichi di erbe di Provenza essiccate

Impastate tutti gli ingredienti fino a formare un panetto liscio. 
Avvolgete con pellicola e lasciate al fresco per una mezz'ora.
Stendete l'impasto a uno spessore di 2 mm, ritagliate i crackers con un piccolo stampino tondo, trasferiteli su una teglia foderata di carta forno e bucherellateli con una forchetta.
Infornate in forno già caldo a 180°C per 9/10 minuti.
Sfornate e conservate in una scatola di latta.

1 zucchina
3 pomodori secchi sott'olio

1) Tagliate la zucchina a fette sottili nel verso della lunghezza.
Scottate le fette di zucchina per appena un minuto, poi scolatele e immergetele in acqua ghiacciata.
Disponetele su carta assorbente o su un canovaccio e asciugatele bene.

2) Scolate e asciugate i pomodori e tagliateli a listarelle.

3) Formate il rotolo (vedi istruzioni sopra): sistemate le fette di zucchina, spalmate l'hummus di fave e disponete i pomodori secchi sul lato lungo in basso. Arrotolate, chiudete e riponete in freezer per 2/3 ore.
Tagliate il rotolo a fette spesse 1,5 cm e disponete ciascun roll su un cracker. Decorate a piacere con foglioline di menta fresca.

"IL BUONGUSTAIO": Rolls di speck con robiola di capra, olive taggiasche e erbe aromatiche
Ingredienti:
80 g di speck a fette sottili
100 g di robiola di capra
60 g di olive taggiasche
2 ciuffi di basilico greco
1 rametto di timo
1 rametto di origano
1 melone

1) Tritate al coltello le olive molto finemente. Tritate anche le erbe aromatiche (già lavate e asciugate).
A parte lavorate la robiola, aggiungete le olive e le erbe aromatiche e amalgamate il tutto.

3) Formate il rotolo (vedi istruzioni sopra): sistemate le fette di speck sovrapponendole leggermente, spalmate delicatamente la crema di robiola. Arrotolate partendo dal basso, chiudete sigillando le estremità e riponete in freezer per 2/3 ore.
Tagliate il melone a fette spesse 1 cm e ricavate tanti dischi del diametro dei rolls.
Tagliate il rotolo a fette spesse 1,5 cm e disponete ciascun roll su un disco di melone. Decorate a piacere con olive tritate e foglioline di basilico greco.
E. <3

13 commenti:

  1. Betti... mi stava per venire un colpo!
    no, perché io sti rotolini proprio non ce la posso fare...e quando ho letto che neppure tu sei da chic mi sono rincuorata... io agguanto il salutista ma solamente perché non amo lo speck ed il salmone affumicato...mentre adoro la zucchina ed il verde...e impazzisco per i crakers... per dimostrarti che non sono total verdure potrei ad esempio fare zucchine robiola di capra ed erbette....oppure fare un pesto di pistacchi e lime e basilico...con della ricotta da arrotolare sulle melanzane...per dire...
    però.. non son portata per la precisione nemmeno io, e a dimostrarlo sono gli schizzi sul pavimento proprio in questo istante, dopo aver denocciolato le ciliegie per la confettura.. sembra una scena del crimine.. ecco, quindi che spalmerò le suddette cremini sui crackers e sto a posto....
    Baci baci baci..
    ps: biscotti banana e avena fatti! ;)
    Manu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che sono stati un esercizio, sia manuale sia mentale, per uscire un po' dalla mia comfort zone di torte rustiche e zuppette vegetali...ma ora si ritorna all'ordine promesso :-P
      Com'erano allora sti biscotti??

      Elimina
    2. buonerrimi! ;) ovvio... :)

      Elimina
  2. Quale personaggio sono? Ma certo, il salutista, e... il buongustaio, e... ovvio, anche lo chic!! Li mangerei tutti quei rotolini, e questa volta devo dire che ho gustato anche il post: la sintassi è quella del buongustaio, il lessico ha un po' di chic e la giusta misura nei periodi direi che è quella del salutista! Il tutto è condito con delle foto che mi affascinano... Per cui cosa dire? Grazie!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricevere un complimento "letterario" da parte tua è come riceverne uno culinario dal più grande chef ;-) Grazie a te!!

      Elimina
  3. Mi piacciono i tuoi accostamenti, se posso scegliere... uff... non mi so decidere, li assaggerei tutti e tre :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Serviti pure...a patto che il buongustaio abbia lasciato qualcosa!! ;-))

      Elimina
  4. Penso che hai proprio accontentato perfettamente i tuoi ospiti con questi roll!

    RispondiElimina
  5. Ciao Eli, dici di non essere precisa e da "apparenza", ma se non vedo male, hai creato dei super estetici roller, che a guardarli fanno venire voglia di divorarli, tanto allo chic quanto al salutista e al buongustaio. E quindi ti faccio i miei complimenti. Molte volte, come in questo caso, apparenza e sostanza vanno a braccetto; e quando accade, si ha un piccolo capolavoro. :-))) Grazie!

    RispondiElimina
  6. Considerato che i tuoi rolls sono belli e gli ingredienti mi piacciono, direi che potrei essere... tutti e tre i tipi!

    RispondiElimina
  7. Ma appunto... ho visto la foto e ho detto: questi sono perfetti. Poi passo di qui e mi leggo tutta l'autocritica sul "pensavo di avere manualita' e invece".. e invece ce l'hai, evviva evviva! manualita' e inventiva e gusto e bravura. tre dei rolls piu' belli che abbia visto finora e tutti dalla stessa mano, oltretutto. Originali, ben bilanciati, ben fatti. Bravisisma!

    RispondiElimina
  8. Io non scontento nessuno e li provo volentierei tutti e tre :-D
    Simpatica quest'idea di pensare agli invitati. La cucina di oggi in fondo è proprio così, con tante attenzioni per le scelte o le esigenze dei nostri ospiti.

    Fabio

    RispondiElimina